Tecniche di modellazione della ceramica

La modellazione è un passaggio fondamentale del processo di lavorazione della ceramica. Le tecniche di modellazione sono molte e diverse.

Il primo passo nel processo di lavorazione della ceramica è la scelta della materia prima. Nel laboratorio di ceramiche artistiche Materia Ceramica, ogni oggetto in ceramica maiolicata nasce dalla stessa materia prima: l’argilla. In particolare l’argilla rossa, molto malleabile e adatta a questo tipo di lavorazione.

Vediamo insieme le tecniche di modellazione più utilizzate.

Modellazione a mano libera

tecniche di modellazione della ceramica - Materia CeramicaLa modellazione a mano libera è la tecnica più antica: si prende una porzione di argilla e, con il solo uso delle mani, si modella la forma desiderata. È possibile avvalersi dell’ausilio di alcuni strumenti, come le stecche o gli occhielli per le rifiniture dell’oggetto modellato. I nostri gioielli e accessori in ceramica vengono creati con questa tecnica e sono completamente fatti a mano.

Modellazione a colombino

La tecnica di modellazione a colombino è anch’essa antichissima, ma ancora in uso. Il termine colombino indica una tecnica di lavorazione dell’argilla usata dalle popolazioni del Sud America (anche chiamata a lucignolo).
Fin dall’antichità la tecnica del colombino è stata utilizzata per realizzare vasi, tazze e contenitori in creta. Con l’avvento del tornio questa tecnica è stata superata, ma mai abbandonata.

La modellazione a colombino, prevede l’uso e l’assemblamento dei colombini (cordoncini) di argilla. Per realizzarli, blocchi di argilla delle dimensioni di un sigaro si stendono con i palmi delle mani, ottenendo dei lunghi cilindri simili a grissini. I colombini ottenuti, si arrotolano poi gli uni sopra agli altri, si uniscono fra di loro e si lisciano per ottenere una superficie compatta. Questa lavorazione antica oggi viene utilizzata soprattutto per la realizzazione di ciotole e vasi di grandi dimensioni.

Modellazione a lastre

La modellazione o foggiatura a lastra è una tecnica semplice da imparare. La mostriamo infatti molto spesso nei nostri corsi di ceramica.
Si prende un pane di argilla e si tagliano lastre di spessore omogeneo, con l’aiuto di un filo (arpa) o stendendole con un matterello. Successivamente le lastre vengono tagliate a stampo oppure giuntate tra loro con l’aiuto di incisioni spalmate con argilla liquida (barbottina).
Si utilizzano diversi supporti per tenere in forma l’argilla come grandi ciotole, bottiglie, sfere o tubi. Partendo da una lastra di argilla è possibile costruire diverse forme: con lastre semiasciutte si possono costruire forme tridimensionali dalle superfici piatte, mentre con lastre plastiche, distese con il mattarello, si possono ricavare forme di diverso tipo utilizzando come supporto stampi da pressatura.

Modellazione della ceramica: foggiatura al tornio

Per ottenere un oggetto cilindrico perfetto si procede con la foggiatura al tornio, realizzando a mano la forma desiderata. Una volta il torniante poneva l’argilla al centro del piatto rotante del tornio e con le mani la modellava, mentre con la gamba movimentava il tornio in modo che la ruota girasse. Oggi il tornio è elettrico e la bravura del torniante è nell’uso sapiente delle mani che modellano l’argilla posta sul piatto che ruota. La palla viene prima centrata e poi con le mani pian piano modellata dal centro sollevandone le pareti fino ad ottenere la forma desiderata. Deruta ha maestri tornianti tra i più bravi d’Italia.

Modellazione della ceramica: colaggio

Tecniche di modellazione della ceramica - colaggioIl colaggio è una tecnica di modellazione della ceramica utilizzata per la produzione delle forme più complesse.
Da una madre forma si realizza il modello in gesso. Oggi la modellazione digitale, grazie al controllo numerico, permette la creazione di madre forma geometricamente perfette.
Ottenuto il calco in gesso si cola l’argilla liquida all’interno. La parete in gesso assorbe l’acqua dell’argilla fino a creare un giusto spessore in poche ore, quindi si estrae l’oggetto di argilla dallo stampo. Il pezzo così realizzato ha la durezza del cuoio, si rifinisce per eliminare le sbavature e si lascia ad essiccare all’aria per poi procedere alla cottura in forno. Un solo stampo può essere usato per realizzare fino a 50 pezzi.

 

Approfondisci

Palle di Natale personalizzate
Artigiani Articity centro Perugia
Lampada design in ceramica
Mostra mercato Formae - Festa della ceramica 2019